PRO PATRIA – SANTARCANGELO: IL ROMBO NON ROMBA

Pro Patria – Santarcangelo 0-3 (0-2)

Marcatori: al 28′ pt Bezzi (S), al 38′ pt Ferri (S), al 39′ st Graziani (S).

Pro Patria (4-3-1-2): Frasca; Gambaretti (dal 33′ st Artaria), Nossa, Polverini, Pantano; Cortesi, Siano (dal 1′ st Dalla Costa), Mora; Bruccini; Serafini, Cozzolino. All. Cusatis.

Santarcangelo (4-3-1-2): Nardi; Fabbri, Cola (dal 12′ pt Bezzi), Gregorio, Locatelli; Obeng, Del Pivo, Baldinini; Bazzi; Ferri (dal 14′ st Tonelli), Graziani. All. Angelini.

Arbitro: Formato di Benevento (Allegra e Rizzo).

Note: giornata di pioggia, terreno pesante ma in buone condizioni.

Ammoniti: Gambaretti, Cortesi per la Pro Patria; Fabbri per il Santarcangelo. Espulso Cortesi per la Pro Patria al 22′ st per doppia ammonizione. Calci d’angolo: 5-5. Spettatori: 1100 circa.

BUSTO ARSIZIO – Il rombo non romba, il cerchio non quadra e davanti a questa Pro Patria anche le modeste idee del Santarcangelo diventano colpi di genio. Ma più del risultato, che già di per se basterebbe, ad addensare nubi nere nel cielo sopra lo Speroni sono l’aridità di gioco, la tenuta fisica (ok, siamo alla prima, ma son due mesi che si allena e 25 minuti di autonomia sembrano davvero pochini) e le prestazione dei singoli. Dietro si palpa una resistenza pari a un foglio di carta di riso: ai romagnoli bastano tre mezze occasioni per far ballare il liscio ai tigrotto e portare a casa tre gol fatti e altrettanti punti. In mezzo, malissimo Cortesi: non filtra, non blocca, non lancia e davanti alla difesa più che un mastino appare un maggiordomo pronto ad accogliere le scorribande avversarie. Irritante Bruccini: vertice alto di un rombo che più sghembo non si può, perde, e male, troppi palloni. Non pervenuti gli esterni, sempre lì a sgommare nei paraggi della linea di centrocampo, quando la loro presenza è richiesta altrove. Non certo bene Cozzolino: fa vedere un paio di belle cose in avvio di gara, ma poi naufraga nella difesa a tre romagnola e mai una volta che si faccia trovare libero. Serafini è Serafini, giocatore che ormai conosciamo bene: finché il pallone gira fa il suo compito e regala anche qualche svolazzo utile oltre che bello, ma se chiamato a togliere le castagna dal fuoco “ciao ninetta”.
Un quadro generale, in questo momento preoccupante, come hanno rivelato anche gli sguardi non certo rilassati del patron Vavassori e del Dg Ferrara, che hanno preferito i margini anziché il cuore della tribuna.

Annunci

2 Responses to “PRO PATRIA – SANTARCANGELO: IL ROMBO NON ROMBA”


  1. 1 Franco B 5 settembre 2011 alle 09:01

    complimenti per l’articolo. altre parole sarebbero state di troppo.
    su quanto da voi evidenziato la PRO deve lavorare.
    grazie e complimenti per il lavoro che fate

  2. 2 Francesco Federico Pagani 6 settembre 2011 alle 10:55

    Personalmente aspetterei quattro o cinque partite ancora prima di dare un certo tipo di giudizi…

    A margine: consiglierei l’inserimento nel blogroll di http://www.rete55news.tv, dove ogni lunedì vengono gli highlights della Pro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: