UN URLO LIBERATORIO ALLE 19.37

fonte LAPROVINCIADIVARESE.IT

Un urlo squarcia lo Speroni
La Pro Patria è salva!
27 giugno 2011 Sport

Busto Arsizio – Ora è il tempo di
festeggiare BUSTO ARSIZIOUn urlo liberatorio
ha accolto il passaggio di proprietà da
Savino Tesoro al socio di minoranza.
Un urlo echeggiato alle 19,37 per
tutto lo stadio Carlo Speroni. Quello dei
giocatori tigrotti presenti dalla mattina
per firmare e certificare gli
abbattimenti. C’è stata anche un po’ di
commozione in chi ha vissuto in prima
persona tutta la trattativa, in
particolare Raffaele Ferrara, al cui
cellulare è arrivata la buona novella.
Una giornata lunghissima, quella di ieri,
che in teoria già dalla prima mattina
doveva prevedere la firma sul
compromesso irrevocabile di
compravendita che impegna appunto
Tesoro a vendere ed il socio di
minoranza a comprare. Ma quelle firme
sono state rimandate di ora in ora con
continui ostacoli da superare,
impensabili nei giorni quando tra le
parti era stato trovato un accordo. La
pazienza e la tenuta nervosa alla fine
ha premiato chi voleva tenere viva la
Pro Patria: e da ieri sera è cominciata
una nuova stagione per i colori
biancoblù.
L’atto notarile verrà stipulato nelle
prossime settimane davanti ad un
notaio. Fondamentale il preliminare per
consentire l’avvio delle pratiche
giuridiche per la decurtazione degli
stipendi dei calciatori: tredici giocatori
che hanno mantenuto l’impegno
sottoscritto qualche mese fa per
favorire la soluzione della vicenda
societaria e naturalmente della
salvezza della Pro Patria.
Nella mattinata di oggi verranno
saldate le competenze ai calciatori
attraverso i bonifici. E con il resto della
documentazione necessaria per
l’iscrizione, Ferrara andrà a Firenze per
iscrivere la Pro Patria al campionato di
Lega Pro, Seconda Divisione.
soro al socio di minoranza.
Un urlo echeggiato alle 19,37 per
tutto lo stadio Carlo Speroni. Quello dei
giocatori tigrotti presenti dalla mattina
per firmare e certificare gli
abbattimenti. C’è stata anche un po’ di
commozione in chi ha vissuto in prima
persona tutta la trattativa, in
particolare Raffaele Ferrara, al cui
cellulare è arrivata la buona novella.
Una giornata lunghissima, quella di ieri,
che in teoria già dalla prima mattina
doveva prevedere la firma sul
compromesso irrevocabile di
compravendita che impegna appunto
Tesoro a vendere ed il socio di
minoranza a comprare. Ma quelle firme
sono state rimandate di ora in ora con
continui ostacoli da superare,
impensabili nei giorni quando tra le
parti era stato trovato un accordo. La
pazienza e la tenuta nervosa alla fine
ha premiato chi voleva tenere viva la
Pro Patria: e da ieri sera è cominciata
una nuova stagione per i colori
biancoblù.
L’atto notarile verrà stipulato nelle
prossime settimane davanti ad un
notaio. Fondamentale il preliminare per
consentire l’avvio delle pratiche
giuridiche per la decurtazione degli
stipendi dei calciatori: tredici giocatori
che hanno mantenuto l’impegno
sottoscritto qualche mese fa per
favorire la soluzione della vicenda
societaria e naturalmente della
salvezza della Pro Patria.
Nella mattinata di oggi verranno
saldate le competenze ai calciatori
attraverso i bonifici. E con il resto della
documentazione necessaria per
l’iscrizione, Ferrara andrà a Firenze per
iscrivere la Pro Patria al campionato di
Lega Pro, Seconda Divisione.

Annunci

0 Responses to “UN URLO LIBERATORIO ALLE 19.37”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: