NOVELLI VUOLE LA PROMOZIONE

In queste ore rispuntano i Tesoro e vogliono dare 600mila euro…sarà così?

tratti da tuttolegapro.it
Pro Patria, Novelli a TLP: “Vogliamo centrare la promozione, anche se poi spariremo”
27.05.2011 00:00 di Nicolò Schira articolo letto 747 volte

© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com

Vincere nel calcio non è mai facile. Infatti in qualsiasi categoria centrare un successo è sintomo di grande abilità, però trionfare dopo aver passato un’annata senza nè l’apporto nè la vicinanza di una società e con gravi difficoltà economiche sarebbe per la Pro Patria non una vittoria, bensì un’impresa epica. I giocatori bustocchi – nonostante la crisi societaria in cui versa la formazione dei tigrotti – hanno sempre creduto all’obiettivo promozione. Merito anche del tecnico Raffaele Novelli che ha saputo condurre la formazione di Busto Arsizio ai vertici della Seconda Divisione. In effetti dopo il brillante successo per 5-2 contro la Pro Vercelli la Pro Patria è a un passo dalla finale Playoff per la promozione in Prima Divisione. TuttoLegaPro.com ha così deciso di intervistare in esclusiva il tecnico bustocco per rivivere le pagine più esaltanti, ma anche quelle più drammatiche di questa romanzesca stagione.

Mister, la cinquina della gara d’andata vale un’ipoteca sulla finale Playoff…

“All’andata abbiamo fatto una grande prestazione contro una compagine d’alto livello che punta alla promozione, però non dobbiamo sottovalutare il match di ritorno. Dobbiamo giocare come se ripartissimo dallo 0-0 altrimenti se giochiamo in maniera rilassata rischiamo di andare incontro a brutte figure”.

Nell’altra semifinale si sfidano Renate e Feralpi: il Salò sembra favorito, è l’avversaria più temibile per la finale?

“Onestamente non guardo alle altre due semifinaliste. Prima voglio centrare la finale con la mia Pro Patria, poi chi ci capita è uguale. Anche perchè parliamo di una semifinale playoff dove i valori più o meno si equivalgono”.

Come ha vissuto quest’annata alla guida della Pro Patria: sembra di stare sulle montagne russe fra vittorie, penalità, problemi societari…

“Ci tengo a scindere il fattore sportivo da quello societario. Sul campo siamo la squadra che ha totalizzato più punti e senza penalizzazioni saremmo arrivati già in Prima Divisione. Purtroppo da settembre siamo abbandonati al nostro destino senza l’aiuto ed il supporto di una società alle spalle. La mancanza di una società per la Pro Patria rappresenta un doppio danno sia in ambito sportivo che economico”.

Nei momenti di crisi c’è qualcuno in particolare che vi è stato vicino?

“Solo i tifosi. Abbiamo una tifoseria incredibile che è arrivata ad auto-tassarsi pur di aiutarci nelle spese economiche quotidiane come il pagamento di una bolletta piuttosto che del pulman per recarsi ad una gara in trasferta. Senza di loro questa annata sofferta e tribolata si sarebbe tramutata in un incubo”.

Sarebbe incredibile centrare la promozione con una squadra che a fine stagione è destinata a scomparire…

“Sicuramente avrebbe del clamoroso, però per quanto abbiamo dimostrato ed espresso in campo vogliamo e meritiamo la promozione per regalare una grande gioia ad una tifoseria che ci è sempre stata accanto anche oltre il dovuto pur di aiutarci nei momenti di crisi”.

Lei si è messo in mostra per la qualità del gioco praticata dalla sua squadra e per la determinazione mostrata dai calciatori tigrotti. Per il prossimo anno ha già ricevuto offerte?

“Onestamente in questo momento penso solo a Pro Vercelli-Pro Patria. Tutti gli altri discorsi li analizzerò soltanto a fine campionato, per adesso non mi toccano nè mi riguardano. Posso solo ringraziare per gli attestati di stima relativi al gioco espresso dalla squadra anche perchè sulla determinazione credo che ci volesse ben poco, vista la situazione nella quale abbiamo vissuto, tirar fuori rabbia e ferocia agonistica”.

In chiusura Zeman ha speso parole importanti per lei indicandola anche come un valido e degno suo sostituto sulla panchina del Foggia: come ha vissuto questo attestato di stima da parte del boemo?

“La stima umana-professionale è reciproca. Ritengo Zeman un maestro di calcio e spero vivamente che ci ripensi e continui a guidare il Foggia anche perchè da un grande uomo di calcio come Zeman i calciatori, giovani e meno giovani, possono solo apprendere ed imparare i segreti del gioco del calcio”.

Annunci

0 Responses to “NOVELLI VUOLE LA PROMOZIONE”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: