ANCORA MACALLI

Il “nostro” purtroppo Presidente di Lega, ne ha sempre per tutti, questo quello, ma non sarebbe ora visto la straordinarietà degli eventi ( montagne di punti si penalizzazioni ) pensare, e mettere in opera già dalla prossima stagione sportiva la riforma dei Campionati ? e basta…

Zaffaroni Fabio

 

fonte http://www.tuttolegapro.com

Ai microfoni di Radio Sportiva Mario Macalli presidente della Lega Pro ha commentato la stagione nel giorno dei 150 anni dell´unità d´Italia

COME SI E´ TRASFORMATO IL CALCIO: “Per fortuna noi non abbiamo 150 anni ma solo 50…Oggi è un giorno molto importante per tutta la nostra Nazione. All´interno dello sport nazionale siamo maltrattati, anche se abbiamo migliorate le cose. Noi abbiamo ancora molto problemi da risolvere. Noi andiamo sui giornali e media per cose negative e nessuna positiva. Invece noi qualcosa abbiamo fatto, il Mondiale di germani 2006 è stato vinto con 7 giocatori che arrivavano alle nostre rappresentative”.

SULLA LEGA PRO: “Non è un fatto offensivo che qualcuno ci ricorda come C1 e C2. Abbiamo ritenuto di cambiare il nome perché in alcuni casi l´abito fa il monaco. Noi non siamo negativi, siamo positivi. Abbiamo deciso di cambiarla in Lega Pro proprio perché siamo dei professionisti. Abbiamo tanti amici ma anche nemici, e sicuramente i peggiori sono al nostro interno”.

SULLA RIVOLUZIONE DEI CAMPIONATI: “Io credo che non esista un numero magico per determinare quante squadre debbano giocare per risolvere i problemi del movimento e del calcio italiano. In Inghilterra i nostri pari hanno addirittura gli stadi di proprietà. Noi facciamo debiti, loro no. In Italia per varie situazioni abbiamo già inflitto 80 punti di penalizzazione. Noi abbiamo deciso di rivederci per decidere il da farsi. Vorremmo essere al via la prossima stagione con novanta squadre per poi esserne settanta tra tre anni. Però, tutto questo bisogna farlo con società che possano stare e sappiano stare sul mercato. Serve una riforma e la faremo”.

UNA UNDER 21 IN B OPPURE LEGA PRO: “Non è una proposta Figc, ma fatta da un mio collega, Albertini, e dal Ct della Nazionale: io l´ho definita folkloristica. Il calcio italiano ha tanti problemi e non abbiamo bisogna di una rappresentativa come hanno detto. Portano ad esempio una squadra che giova nel volley femminile e se guardate nessuna di queste è arrivata alla nazionale maggiore. Io propongo di non dare soldi alle società che non impiegano giovani. Se poi pensiamo che anche la serie D ha chiesto l´utilizzo degli extracomunitari, poi rifiutata, vuol dire che non c´è un vero e proprio progetto federale comune. Noi faremo crescere i nostri giovani, punto e basta. La cosa strana, in tutta questa vicenda, e che persone come Prandelli, Sacchi Albertini vanno all´Ansa a dire certe cose senza dirle alle persone preposte e al Consiglio federale, come se fosse una cosa loro e basta. Purtroppo, questo è il calcio in Italia”.

Annunci

0 Responses to “ANCORA MACALLI”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: