LA PROPATRIA VINCE, VINCE MA NON LA VUOLE NESSUNO

LA PROPATRIA VINCE, VINCE MA NON LA VUOLE NESSUNO.

Sono passati 2 anni dalla stagione soprannominata dei “Dream Team” ma l’atmosfera è identica anche se è cambiata la categoria.
Oggi i tigrotti sono in testa alla classifica di LP2 vincono dappertutto come 2 anni orsono ma nessuno se li piglia. La proprietà attuale non ne vuole sapere di andare avanti o meglio di “tirare” avanti chissà poi perchè. Ma nessun imprenditore ha la passione di voler prendersi cura delle sorti dei biancoblu.
Con l’avvento della Famiglia Tesoro, si pensava che avrebbe portato sicurezza e stabilità nell’ambiente, e invece subito retrocessione diretta, costellata da una stagione ricca di promesse, verbali ma con l’unica certezza di partecipare alla LP2. Poi appena avviata la stagione, iniziata agonisticamente con gli acquisti dell’ultima ora di Calzi, Aloe, altri, ma poi perchè sono stati fatti? a fine Settembre, Tesoro Junior prima minaccia le dimissioni, 2 giorni dopo le mette nero su bianco, giustificandosi con la “presunta” rottura con il padre, ma chi ci ha mai creduto!. Il Padre tergiversa per una settimana poi “produce” una lettera che ancora è pubblicata sulla prima pagina del sito della Propatria.Ora dopo le ovvie rassicurazioni iniziali minaccia o lascia circolare volutamente provocazioni imponderate di messa in liquidazione dei colori biancoblu.
Ma vogliamo tornare indietro qualche passo per fare in breve la storia di questi ultimi 15 mesi; questi Tesoro si presentano nel bel mezzo dei Play-Off per la Promozione in serie B, e “perdono”, la famosa finalissina con il Padova. Passa qualche settimana e si presentano in pompa magna con Tesoro Senior che dichiara:” Non sono Berlusconi, ma sono benestante e posso mantenere la Propatria in Serie A”. Alla faccia dell’equilibrio e della moderazione. E poi che fanno? inanellano una serie di errori “sportivi” che Paperissima è un dilettante, oppure gli errori sono una costruzione scientifica? in una intera stagione non trovano un allenatore con un curriculum “stagionato”, di categoria. I calciatori che arrivano in Via Cà Bianca, improvvisamente diventano dei brocchi. Lo staff lavora di male in peggio, poi negli ultimi 2 mesi “imbarcano” il Direttore Generale M.Padovano, dopo che il giorno prima confermano Cosco e il suo nuovo collaboratore.Ma subito arriva la retrocessione “annunciata” dai mancati ma promessi acquisti invernali. La stagione trova picchi alti quando la famiglia Tesoro si inventa trattative con Torino, Bologna, Modena sicuramente ne dimentichiamo, nel pieno della Bagarre sportiva L’estate post retrocessione è strana, Tesoro Senior da subito fa opposizione strisciante: “quest’anno in prima persona farà mio figlio, lo lascerò fare…”. Mettono nell’organigramma un dirigente sportivo di lungo corso come Carlo Regalia, ma l’operazione sembra costruita per tacitare, mettere la sordina alla comunità sportiva. Appena la macchina è ben avviata “scoppia” la Società ? padre e figlio non si “incrociano”, e dopo un mese del solito gruppo di imprenditori interessati alla trattativa arriviamo alla minaccia di liquidazione?.Troppi bassi societari in questi ultimi 5 anni sono capitati in Via Cà Bianca, chi è a capo delle istituzioni o ha la responsabilità istituzionale deve dire oggi come non mai come stanno le cose. Questi imprenditori “stranieri” senza passione per la Propatria non vengono a Busto per fare calcio, ma bensì per altri scopi, immagine, lucro, interessi lavorativi, e quando gli scopi sono raggiunti o vi è l’imposibilità di raggiungerli “fuggono”.Bisogna essere chiari, se la Propatria oggi non può più essere ambiziosa perchè il territorio non ha i danari, occorre dirlo, non si può più andare avanti così. La dignità sportiva va preservata non ha prezzo, non deve subire i ricatti e le “paure” di imprenditori avventurieri che non hanno a cuore le “sfortune” dei tigrotti.

Zaffaroni Fabio

 

Annunci

0 Responses to “LA PROPATRIA VINCE, VINCE MA NON LA VUOLE NESSUNO”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: