MEGLIO LA C1 O LA C2 ?
Siamo stati zitti e silenziosi per un mese, ci siamo un po’ distratti, ma comunque un’ occhiata giorno per giorno l’ abbiamo buttata sulle faccende della Propatria, qualcosa e’ cambiato? all’apparenza sembra di si. Non c’e’ piu’ l’amministratore delegato Radaelli, il Segretario Generale Federici passato in Serie A alla Sampdoria ( qualcuno fa carriera ), un nuovo organigramma viene confezionato con Regalia che non perde tempo e oltre ad dare una nuova e buona immagine alla societa’ di Via Ca’ Bianca pardon oggi e’ meglio dire di Via Zappellini. Speriamo che il nuovo dirigente non venga “usato” per un discutibile ripescaggio ovvero insicura categoria, per poi lasciarlo in mare aperto. La scelta dell’ex giocatore e allenatore anni 60′ e’ stata sicuramente una buona scelta, un parafulmine da mettere sulla piazza per tenere buono un ambiente depresso, e’ soprattutto quello dei tifosi piu’ maturi dove il Carletto trova i suoi i maggiori estimatori. Per proseguire nei propri investimenti la Famiglia Tesoro aveva bisogno di un dirigente di calcio di rango dopo un’ annata fallimentare ora occorre fornirgli fiducia, sostegno e tempo. Troppi i punti di domanda che ancora non hanno risposta, soprattutto i  giocatori con contratti lauti e lunghi che fine faranno ? Serafini, Cristiano meglio “tagliarli”, anche il ritorno del portiere Anania fa aumentare le incognite. Troppi giocatori della passata stagione non devono essere piu’ rivisti, non devono mettere radici. Ci dispiace la “dipartita” tigrotta del portiere Giambruno, ragazzo alla mano si e’ sempre fatto trovare pronto anche troppo, questa volta alla sua eta’ non ha accettato la precarieta’ di un contratto promesso, come dargli torto. Invece si rinnova il contratto a Lombardi, centrocampista giovane ma dal fisico gracile. Qualsiasi categoria si faccia si deve avere in testa obiettivi chiari, si vuole essere protagonisti, comprimari, fare programmi a medio a lungo termine oppure a breve; oggi per come siamo messi dopo ripescaggi, retrocessioni, fallimenti e’ meglio avere piccole ma chiare certezze, fare del buon calcio con giovani del territorio, forse e’ sognare ? a oggi i 4 giocatori approdati con la maglia biancoblu vengono da fuori regione, aggiungiamo che il nuovo organigramma e’ composto praticamente da lavoratori altrettanto da fuori regione. Questa formula impieghera sempre piu’ tempo per interagire e integrarsi nell’ambiente, e’ questa la formula giusta ?.  Certo e’ che non si vince per caso, prima si costruiscono le societa’, le si consolidano e poi si da’ concretezza da un punto di vista tecnico, calcistico; oggi cosa si vuole, fare in fretta per tappare le falle dell’anno scorso oppure siamo ad un punto di partenza/ripartenza. Occorre riportare i tifosi allo stadio puntando sul bel gioco, quello visto lo scorso anno dalla Banda Serafini e Compagnia non lo vogliamo rivedere meglio fare la Lega Pro 2a Divisione piuttosto.
Zaffaroni Fabio
Annunci

0 Responses to “”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: