IL PAGELLONE, varese/propatria

CAGLIONI 4 Da qualche settimana non è più l’ultimo baluardo. Da gatto a bradipo. Colpevole 3 volte sulla punizione: chiama un’improbabile barriera a due fatta di “nanetti”, si piazza vicinissimo al palo lontano regalando tutto lo specchio a Buzzegoli e permette al Varese di chiudere una partita riaperta da Ripa. Goffo.

DEL GROSSO 5 Altra dormita (dopo quella col Figline) e altra partita scompaginata. Non importa se dopo l’erroraccio ci mette cuore, corsa e più attenzione. Il pisolino pesa troppo.

PIVOTTO 6 Non si può certo dire che sia un centrale moderno. Però ci mette cuore e gambe fino alla fine. Il migliore della difesa biancoblù.

RINALDI 4.5 La lista delle cappellate si allunga all’ombra del Sacro Monte. Il “prego si accomodi” sembra essere diventato il suo motto per l’avversario di turno che ogni volta, puntualmente, fa il suo figurone.

BARBAGLI 5.5 Lì ci vorrebbe un rinoceronte. Ci dobbiamo accontentare di un soldatino timido caratterialmente e tatticamente.

BRUCCINI 5 Sembra avere il navigatore interno in tilt. Frenetico come una biglia impazzita nel flipper, dove serve non c’è quasi mai.

PASSIGLIA 5 L’alter ego di Dos Santos. Il Varese davanti alla difesa ha un brasiliano con rabbia e grinta tipica dei teutonici. La Pro ha un diesel scarburato che sradica qualche pallone dai piedi biancorossi, ma non detta mai il cambio di passo.

LOMBARDI 6 Corre come un forsennato e trova una castagna che avrebbe meritato molto di più della traversa.

MELARA 5 A memoria, riesce a saltare l’uomo una sola volta. Peccato che spedisca il cross all’Ippodromo. Dov’è finito il caterpillar che conosciamo?

SERAFINI 5 Lì in mezzo dovrebbe fare la guerra, ma non ha l’artiglieria pesante che servirebbe. Per questa squadra è davvero un lusso inutile.

RIPA 6 Sa fare bene solo una cosa, ma almeno la fa: colpire di testa sottoporta. Per il resto (palla al piede, stop e ripartenze) è da dimenticare.

SARNO 5.5 Crea un po’ di apprensione nella roccioso difesa biancorossa e pennella un cross al bacio per la pelata di Ciccio Ripa. Calcia due punizione contro la barriera. Qui da lui ci si aspetta di più.

PACILLI n.g. Entra, ma nessuno se ne accorge.

BAU’ n.g. Con pochi minuti a disposizione si fa notare per un paio di palle perse alla… Baù.

COSCO 6 Qualcuno in tribuna lo vorrebbe dimissionario. Noi continuiamo a domandarci quante colpe siano davvero sue.

Annunci

0 Responses to “IL PAGELLONE, varese/propatria”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: